Il tuo carrello contiene 0 prodotti

Il carrello è vuoto!

«Di più, di più ed ancora di più! Nessuna regola, nessun limite, nessun confine, l’esaltazione dell’eccesso: nella vita di tutti i giorni così come sul palco! Boom!»

V-Monkeys, 1980

 

ISPIRAZIONE

Gli anni ottanta vedono la nascita di una generazione frenetica ed individualista, smaniosa di vivere la vita al massimo. Se una parola potesse riassumere quest’era, sarebbe proprio “eccesso”. È l’epoca del mettere in mostra la propria auto, la casa, i vestiti, il corpo. Il capitalismo prevale, imponendo le sue regole: non avere regole. È il trionfo dell’apparenza sulla sostanza. Questa generazione pervasa di consumismo usa ed abusa praticamente di tutto, spingendosi sempre più vicino all’overdose. La vita diventa un palcoscenico, il teatro dell’esuberanza, e la musica riflette questo trend dando vita a performance live estremamente stravaganti. Una band riesce a spuntare la feroce competizione con brio e diventa la migliore band live nella storia della musica pop. Il suo nome non può essere più adatto in un’epoca che incorona i propri divi: Queen. Con l’incredibile showman Freddy Mercury, i Queen diventano leggendari per le loro performance teatrali dove indossano i look più stravaganti in una varietà infinita di suoni, forme e colori. Ma oltre la stravaganza, inviano un messaggio: trascendere da tutte le singolarità.

 

LA FRAGRANZA

Per Use Abuse, Antoine Lie ha composto un florientale – così molecolare, impetuoso, vibrante ed energico quanto le performance teatrali e la musica innovativa dei Queen. A base di tuberosa, sandalo e gelsomino sambac, la fragranza è un’overdose, simbolo di questa generazione di eccessi.

 

Naso: Antoine Lie
Concentrazione: 18%
Famiglia olfattiva: Florientale


  • Use Abuse